Agretti: bella scoperta

Tipici delle regioni del Mediterraneo, di cui predilige le terre sabbiose.
Gli agretti non sono altro che una buonissima verdura primaverile, da provare almeno una volta.

Hanno ottime proprietà salutari: sono ricchi d’acqua e di fibre, quindi hanno un ottimo effetto sulla diuresi e la regolarità intestinale, e possono addirittura risultare lievemente lassativi. Contengono vitamina A, C e vitamine del gruppo B, soprattutto B3. Tra i minerali i più presenti sono potassio, calcio, magnesio e ferro. Oltre alle proprietà diuretiche hanno proprietà depurative, grazie anche all’alta presenza di clorofilla e rimineralizzanti. Non hanno controindicazioni nelle diete ipocaloriche poiché contengono pochissimi carboidrati, i lipidi sono ancora più scarsi.

Valori nutrizionali
Gli agretti contengono solo 17 kcal per cento grammi; un etto di agretti crudi è composto per più del 92 per cento da acqua, da non più di 0,5 grammi di lipidi, circa 2 grammi di carboidrati, più di 2 grammi di fibre, quasi interamente insolubili. Il minerale più presente è il calcio, seguito dal fosforo. La vitamina presente in maggiore quantità è la A, ma sono presenti anche vitamina C e alcune vitamine del gruppo B.

Come prepararli?
Sono ottimi bolliti e conditi con olio e limone come una comune verdura.
Oppure sbollentati ed usati per condire la pasta (ottimo lo spaghetto agli agretti, dove alla forchetta si arrotolano pasta e agretti assieme). Per i palati sopraffini, consiglio un abbinamento con olive o pistacchi o altri semi.
Ottimo anche assieme ai funghi, bolliti e sfumati con vino bianco ed usati poi come contorno.
Nella frittata di uova o di ceci, sono poi eccellenti.

Lascia un commento