Perchè non il peso?

Il peso corporeo è espressione della massa totale di un organismo. Esprime perciò una totalità in cui non è possibile discriminare le singole parti. I Kg indicati dalla bilancia, infatti, non ci danno alcuna indicazione su quale porzione o distretto del nostro corpo li determina. Per poter intervenire in maniera specifica e mirata su un soggetto, è indispensabile invece conoscere nello specifico non tanto il suo peso, ma piuttosto il quantitativo dei singoli compartimenti: quindi il quantitativo di tessuto scheletrico, muscolare, grasso, dell’ acqua etc.

UN ESEMPIO

La bilancia potrebbe registrare esattamente lo stesso peso sia per un body-builder che per un obeso. In realtà la differenza tra i due è già visivamente percepibile: il body builder ha una muscolatura molto sviluppata, mentre l’obeso ha una eccessiva quantità di grasso. E’ questo un chiaro esempio di come il peso non sia un parametro attendibile: dovendoci basare solo sul valore fornito della bilancia saremmo tentati a definire entrambi i soggetti obesi e a programmare per entrambi uno stesso tipo di intervento.

Quanto appena detto dovrebbe far capire che una unità di misura che, come il peso, considera una totalità senza indicare nessuna specificità non è un buon indicatore.

PERCHE' L'IMPEDENZIOMETRIA?

La tecnica impedenziometrica permette di valutare, con alta precisione il quantitativo di ogni singolo distretto corporeo. Offre le misure di: acqua totale, la distribuzione dei fluidi, il quantitativo di massa grassa e il quantitativo di massa magra.

come si effettua l'esame?

Si tratta di un esame semplice e non invasivo. Alla stregua di un elettrocardiogramma comporta l’applicazione di elettrodi ed al soggetto è richiesto di sdraiarsi su un lettino per effettuare la misurazione.
L’esame viene effettuato con un macchinario scientificamente validato, in dotazione ai maggiori centri di nutrizione europea.