SPAGHETTI DI ZUCCHINE, CAROTE E SALMONE AFFUMICATO CON CREMA DI POLPA DI ZUCCHINA, CIPOLLA DI TROPEA E ZAFFERANO E FRESELLA SBRICIOLATA.
Spaghetti e fresella? 2 carboidrati assieme?
No: gli spaghetti di zucchine e carote sono proprio zucchine e carote fatte a forma di spaghetto…di una freschezza unica, con pochissime calorie ma molto saziante, colorato e light, come solo la nostra adorata Angela sa fare. Ma quanto mi pace questa paziente: rileggo la sua dieta, poi guardo le ricette che mi invia e penso: non c’è niente da fare, Angela ha talento e fantasia da vendere; non mette solo assieme gli ingredienti della dieta con maestria, li colora, li rende briosi come lei!
Questa volta la sua ricetta supera tutte le altre: è velocissima, trasportabile anche che per un pasto fuori casa ed ADDIRITTURA richiede qualche secondo ai fornelli! Una vera magia!

Ingredienti:

– 1 ZUCCHINA MEDIA
– 1 CAROTA
– 50 GR DI SALMONE AFFUMICATO
-PISTILLI DI ZAFFERANO
– 30 GR DI FRESELLA o PANE TOSTATO E SBRICIOLATO
– SALE Q. B
– PEPE Q. B

Procedimento:
tagliare la zucchina e privarla della polpa, bollire quest ‘ultima in acqua con qualche pezzetto di cipolla di tropea.
Una volta cotta, tritarla nel mixer aggiungendo sale, pepe e pistilli di zafferano.
Tagliare le zucchine e le carote con una mandolina e ricavarne degli spaghetti, ke salterete in padella con un pochino d’acqua per circa 3 minuti.
Una volta cotti (dovranno essere croccanti) aggiungere il salmone e la salsa.
Servire con fresella o pane sbriciolato ?

Proprietà:
Questa ricetta è una esplosione di antiossidanti!
Non si tratta solo dei soliti antiossidanti contenuti negli ortaggi, come siamo abituati da tempo a sentire, in questa ricetta il contributo maggiore lo da il salmone, che contiene astaxantina, un particolare carotenoide classificato come un supernutriente non soltanto dal forte potere antiossidante, ma anche anti infiammatorio e presente solo nel salmome, come scoperto da un recente studio condotto in Siberia.
Lo zafferano è una chicca: ricco anch’esso di antiossidanti, è un alimento con proprietà quasi mediche. Infatti, diversi studi sono stati svolti per individuare e approfondire le proprietà dello zafferano che potessero essere applicabili in campo medico. Più in particolare, alcune ricerche condotte hanno indagato le potenziali proprietà neuroprotettive dell’estratto acquoso di zafferano e della crocina in essa contenuto, ottenendo risultati incoraggianti e proponendo un possibile utilizzo del suddetto estratto come coadiuvante nelle terapie contro patologie neurodegenerative caratterizzate da stress ossidativi, come, ad esempio, il morbo di Parkinson.
Da non sottovalutare anche studi che fanno emergere una sua potenziale attività dimagrante, esercitata attraverso la riduzione dell’appetito e attraverso l’aumento del senso di sazietà. Ciò ha portato all’immissione in commercio di numerosi integratori alimentari a base di zafferano che vantano queste presunte proprietà dimagranti.

Con questa ricetta, Angela Cerone ha fatto goal!

Open chat