Il pranzo in ufficio è per tutti un dilemma: difficile raggiungere la perfezione che sposi le poche calorie a sazietà, velocità e praticità. Difficile ma non impossibile! Ecco alcuni trucchi per gestire al meglio il pranzo fuori casa. Una regola è universale, a prescindere se il pranzo sia svolto al ristorante o al bar o portato da casa: scegliete un piatto composto da un solo carboidrato (o pasta o pane o patate o riso o cereali) ed una sola proteina, con ampio spazio agli ortaggi. Se il pranzo è svolto al ristorante o in una tavola calda le attenzioni da avere sono anche altre due: occhio alle quantità e all’olio. Alla prima c’è una soluzione velocissima che consiste nel comparare la porzione di pasta, patate o cereali a due pugni chiusi, mentre carne, pesce e pane ad un palmo: le quantità ottimali sono esattamente calcolabili attraverso le dimensioni delle nostre mani. Alla seconda è possibile ovviare solo in un modo: scegliere preparazioni semplici, che richiedano una cottura senza olio ed aggiungerlo poi nella misura di un cucchiaio. Se siete invece fan delle insalatone, badate bene: non sempre sono light come promettono! La regola è sempre scegliere quelle composte da un solo secondo e, se contengono anche frutta, non accompagnarle con del pane (due carboidrati assieme non vanno mai bene), se contengono frutta secca non aggiungere anche l’olio. Il panino può essere una buona soluzione, a patto che non siano abbinati due secondi, come spesso succede mettendo assieme affettato e formaggio; un panino perfetto potrebbe essere ripieno di una buona varietà di ortaggi e del pesce. Ma se un pranzo consistente rischia di appesantirvi e rallentare il lavoro pomeridiano, allora scegliete cibi a più facile e veloce digeribilità: preferite pesce, formaggi magri o riso, che hanno tempi di digestione piuttosto moderata (dai 60 ai 180 minuti) ed evitate cibi ricchi in ‘fodmap’ (zuccheri ad alto potere fermentativo, capaci di determinare gonfiore addominale e disordine intestinale) come anguria, pesche, mele e pere e verdure come barbabietola, cavoli, verza ed asparagi. Un pranzo super leggero? Riso da abbinare a zucchine o pomodori, o fagiolini o pesce.

Open chat